SPRUZZATURA HVOF

LA SPRUZZATURA A VELOCITÀ SUPERSONICA

HVOF sta per “high velocity oxy fuel spraying”.

La velocità d’impatto sul pezzo delle particelle accelerate è di gran lunga superiore rispetto ad altri processi. Si tratta di una delle tecnologie più recenti, la cui peculiarità sta nel fatto che il flusso gassoso raggiunge una velocità supersonica, nella quale le particelle del materiale polverizzato vengono riscaldate allo stato semi-fuso o fuso.

Grazie all'apporto ponderato di calore durante il processo di spruzzatura, la materia prima in polvere subisce minimi cambiamenti a livello metallurgico, quindi si ottiene una formazione minima di carburi secondari misti e si conservano al massimo le proprietà di durezza e resistenza alla corrosione del materiale vergine.

Gas di combustione utilizzabili: propano, propene, etilene, acetilene ed idrogeno.

APPLICAZIONI / VANTAGGI

  • Rivestimenti molto compatti e con eccellente aderenza
  • Strati molto sottili ad elevata precisione
  • Settori di impiego: superfici di scorrimento (per es. ferri da stiro a vapore), cilindri per l’industria fotografica, pezzi per macchine chimiche e petrolchimiche (come pompe, valvole a sfera, guarnizioni meccaniche)

MATERIALI COMUNEMENTE USATI

Cermets (polveri contenenti carburo di tungsteno), leghe in niche e cobalto, acciai altolegati, leghe in rame, leghe in alluminio, molibdeno, ossidi

Per ulteriori informazioni consulta anche Materiali

RICAMBI, COMPONENTI

Iniettori polveri, tubi polveri, ugelli per aria compressa