SPRUZZATURA A FIAMMA

UN CLASSICO NELL’AMBITO DEI PROCESSI DI
SPRUZZATURA TERMICA

Il processo di spruzzatura a fiamma rappresenta uno dei primi sistemi di spruzzatura termica. Il materiale di rivestimento utilizzato si presenta sotto forma di filo o polvere. La fiamma originata da gas di combustione e ossigeno scioglie il materiale, che atomizzato, viene proiettato sul pezzo.

APPLICAZIONI / VANTAGGI

  • Rivestimenti di superfici con elevata porosità
  • I rivestimenti possono essere sottoposti a tornitura e/o rettificazione
  • La spruzzatura a fiamma è un procedimento di spruzzatura relativamente semplice

MATERIALI COMUNEMENTE USATI

Fili: molibdeno, NiAl 95/5, acciaio cromato (13%Cr, 19%Cr), zinco, bronzo (CuSn6, AlBz8) etc.
Polveri: metalli (acciaio cromato, acciaio nichel-cromo, nichel-alluminio-molibdeno, nichel-cromo-boro-silicio, zinco, bronzo, etc.), ceramica (Al2O3/TiO2; Cr2O3, Cr2O3/TiO2, Cr2O3/SiO2/TiO2), plastica (PA, Nylon)

Per ulteriori informazioni consulta anche Materiali

SPRUZZATURA A FIAMMA DI FILO

SPRUZZATURA A FIAMMA DI POLVERI

RICAMBI, COMPONENTI

Ugelli, dadi ugelli, ugelli per aria compressa, siphon plug, rulli di alimentazione fili etc. per vari sistemi (z.B. 11E, 12E, 14E, 5K, UniSprayJet).

Forniamo ricambi anche per sistemi più vecchi (per es. 10E).

Prolunghe 5XT - T-Spray – di nostra realizzazione, particolarmente resistenti e con ottima tenuta per pistole come per es. 12E e 5K.

Flussometri, tubi di connessione, sistemi di sbobinamento, sistemi di alimentazione polveri.